Chi si loda da sé, fa per tre

Home / Blog / Chi si loda da sé, fa per tre

Chi si loda da sé, fa per tre

Chi si loda da sé, fa per tre

Chi si loda da sé, fa per tre





Nell’articolo precedente abbiamo trattato l’argomento delle varie tipologie del video advertising, enumerando tra queste anche l’approccio “emozionale”, di cui un esempio calzante è il commercial per l’anniversario dei cento anni della compagnia telefonica TIM.

Questa volta approfondiamo maggiormente il concetto che si pone alle origini del video in questione: realizzare un celebrativo aziendale. Consiste appunto nella volontà di un’azienda (del settore automobilistico, telefonico, d’abbigliamento, ecc …) di porre l’accento su sé stessa, sui suoi punti di forza, sui consensi ottenuti e i risultati raggiunti nel corso degli anni.

È un modo per fare public relations volto ad aumentare in maniera indiretta le vendite e il bacino d’utenza, senza tuttavia necessariamente focalizzarsi su di un prodotto specifico del proprio catalogo: in questo caso, l’immagine e l’identità sono gli obbiettivi principali.

Ciò che conta è vendere una suggestione, creare un accostamento tra l’azienda e un contesto di successo e di appagamento che fanno parte integrante della sua mission. Ci sono vari modi per raggiungere l’obbiettivo, alcuni maggiormente diretti, altri più sfumati, ma sempre evidenti al pubblico: in questa modalità d’advertising, è fondamentale che non si perda mai di vista l’obbiettivo.

Un esempio di pubblicità aziendale basata sullo stile diretto è sicuramente il tradizionale celebrativo di fine anno realizzato dalle reti televisive Mediaset.

Ormai da qualche tempo, a ridosso delle festività natalizie, il colosso della comunicazione trasmette sulle proprie reti un video celebrativo in cui, accompagnati da una voce narrante, immagini e dati in sovrimpressione ricordano i successi dell’azienda nell’ormai conclusasi stagione televisiva.

Vengono riportate le ore di trasmissione, i risultati d’ascolto, i programmi più rilevanti, tutto questo (ribadito più volte a chiare lettere) fornito allo spettatore gratuitamente. Il video si chiude quasi sempre con una frase che suona più o meno così: “Tutto questo soltanto per ricordartelo.”

Mediaset vuole proprio questo: ricordare ai propri spettatori (e potenziali partner economici) che l’azienda è produttiva, trionfante, che non sbaglia un colpo e che è pronta ad affrontare il nuovo anno con più energia che mai, puntando così a far sentire lo spettatore come parte di un qualcosa di vincente e soprattutto di proficuo per gli investitori pubblicitari.

Un esempio di celebrativo meno diretto e più legato all’emozione può essere proprio il video della TIM che abbiano appunto presentato nel precedente articolo. Senza ritornare sulla descrizione dello stesso (qualora servisse, lo potete rileggere nuovamente consultando l’archivio) concentriamoci sul messaggio che vuole veicolare: la compagnia telefonica TIM ha seguito tutta la storia d’Italia per un secolo, entrando per forza di cose a far parte della vita di intere generazioni. Il concetto è chiaro e basato sul garantire un senso di sicurezza: TIM c’è sempre stata e sempre ci sarà, non ti lascerà mai solo, continuando ad aiutarti con i suoi servizi per metterti in contatto con i tuoi cari.

Un ulteriore approccio, e decisamente molto più avanzato, è quello della Apple nella sua serie di video advertising “The Underdogs”. Nel primo video, realizzato nel periodo pre Covid, vengono presentate le vicende di quattro dipendenti dell’azienda intenti a svolgere il concept per un lavoro importante a loro commissionato. Vengono così sapientemente presentati diversi personaggi, ognuno con le proprie caratteristiche psicologiche, che fin da subito creano empatia con lo spettatore, che segue le loro vicende con interesse e trasporto. Addirittura questo video ha ottenuto un seguito, con i suoi personaggi che ritornano alla ribalta nel gestire lo smart working grazie agli strumenti Apple.

Il messaggio che vuole trasmettere l’azienda non è rivolto né a celebrare i propri successi, i nuovi prodotti e neppure a rendere esplicito come sia presente sul mercato da molti anni. Lo scopo, infatti, è quello di creare una connessione, una simpatia nei confronti dei suoi dipendenti, presentandoli come “umani” e persone in cui è possibile identificarsi e sentire “vicini” a se stessi.

Queste tipologie di video sono tutte funzionali ed efficaci, a seconda della disponibilità economica, del canale di diffusione e del contesto: scegliete quello che vi piace di più e iniziate a dare visibilità alla vostra azienda. Dopo tutto, chi si loda da sé, fa per tre!


Contattami al 3934349137 o inviami una mail a: info@playstopvideo.it
Paolo.

Cookie